Pensa bene a che risultato vuoi ottenere dalle tue parole

Ho assistito recentemente ad un meeting molto interessante.

In un’ azienda è stato assunto da poco un manager decisamente diverso, come comportamenti e come attitudini, dalla stessa Azienda che l’ha assunto.

Questa diversità, da quanto ho potuto vedere, è molto apprezzata dal suo Team che da svariati anni lavora dove è arrivato il neoassunto manager; proprio per questo motivo un suo riporto si è espresso con una frase che suonava così ” Sei davvero diverso, quando te ne andrai, se te ne andrai, portaci con te”.

Nell’intenzione di chi ha parlato, questa frase aveva probabilmente l’obiettivo di fare sapere quanto sono apprezzati una serie di comportamenti ritenuti positivi.

Se avessero detto a me una frase del genere avrei pensato ” Sei talmente debole da non essere in grado di cambiare la situazione personale in cui ti e stai trovi dimostrando altrettanta debolezza nel non riuscire a cambiare azienda. Dimmi: come  pensi di riuscire aiutare me se ne avessi bisogno? Se non riesci a cambiare la tua situazione personale come pensi di riuscire ad aiutare gli altri e l’azienda per la quale lavori? Perché dovrei mai avere bisogno di una persona come te?”

Credo sinceramente che prima di parlare dovremmo “indossare” le orecchie di colui a cui ci rivolgiamo per immaginare le reazioni alle nostre parole. Troppo spesso, per svariati motivi, non lo facciamo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.