Il pericolo proveniente dalle continue pubblicità sulle scommesse

Picture2

 

E’ una delle comunicazioni più subdole in essere nella nostra società.

Spesso con testimonial famosi e carismatici, attraggono i deboli calpestando qualsiasi valore perchè colori che sono stabili di mente capiscono che farsi prendere la mano quando si scommettere da casa, sprofondati nel proprio divano, è un attimo.

Sperperare i propri risparmi  in pochi secondi è diventato facilissimo, non è nemmeno necessario uscire di casa e superare, a volte, la paura del giudizio di chi raccoglie le nostre giocate, un altro tipo di avvoltoio che dà da mangiare ai propri figli sfruttando la debolezza psicologica di coloro che non sono, purtroppo, in grado di difendersi da soli.

E i nostri governanti purtroppo permettono che si possa fare questa pubblicità praticamente in tutte le fasce di orario, prima degli eventi sportivi a cui assistono milioni di ragazzini, e piano piano questa piaga si sta sdoganando, come fose parte integante del nostro modo di vivere al pari delle acque minerali, le marmellate, i detersivi.

Genitori: evitate di abbassare la guardia!

Oltre a mantenere alta la vostra consapevolezza sui danni derivanti dallo scommettere, tanto o poco che sia, ricordate che avete la responsabilità di mettere in guardia i vostri figli.

Spiegate sempre quanti milioni costa metter in piedi un sistema per gestire le scommesse e per tenerlo aggiornato. Spiegato quanti miloni costa fare pubblicità sui vari media, spiegate quanti milioni euro di bonus vengono regalati ai giocatori pur di farli iscrivere al proprio circuito, spiegate quante persone hanno deciso di arricchirsi in questo modo. Poi chiedete a loro se tutti questi sforzi e questi soldi sono stati spesi per fare guadagnare i giocatori o per spennarli.

La risposta ve la daranno da soli, ma voi insistete a ripetere che le scommesse sono per gli stupidi, tutti i giorni. Siate certi che rimangano senza dubbi sull’argomento quando cresceranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.